Open calcio: capitola anche Sesto san Giovanni

Open calcio: capitola anche Sesto san Giovanni

OSA vs ASCOT 2-3 (Roberto Pozzi, Francesco Acquaviva, Daniele Bozza)

Un Ascot super-concentrata espugna il difficilissimo campo dell'Osa e scavalca gli avversari in classifica, issandosi al terzo posto.

CRONACA
Per l'Ascot un solo risultato utile a disposizione: la vittoria.
Peccato però che l'Osa giochi su un minuscolo sintetico di ultima generazione (ben diverso dal nostro campo...), che in casa abbia perso un solo match e che ci preceda in classifica: sulla carta un'impresa ardua, dunque.
Ma gli ascottini sono carichissimi: già nel riscaldamento nei loro occhi, iniettati di sangue, si può scorgere la volontà ferrea di portare a casa 3 punti fondamentali per tenere accesa la flebile fiammella della promozione in Open B.
Partiamo con DANI in porta, TONI ultimo, PASQU e FRA laterali, TOMMY e LELE mediani, ROBI punta.
A disposizione di Mister Gruppo: il difensore FABRY e la punta ANDREA.

L'Ascot inizia bene, per niente timorosa, prende campo con fiducia e soffre solo sulle rimesse laterali avversarie (tirate forte in mezzo all'area) su cui fatica a trovare delle valide contromisure.
E al 7' passa con ROBI: palla che gli giunge dalle retrovie sul vertice sinistro dell'area di rigore dell'OSA, stop e tiro immediato, che sorprende il portiere locale tra le gambe.
1-0 ASCOT!!!
Ci si aspetta una veemente reazione dei sestesi, invece l'Ascot continua a tenere bene il campo.
E così gli unici rischi li corriamo su calci da fermo.
Al 10', su azione susseguente ad un calcio d'angolo, la girata del loro centravanti, smorzata da TOMMY e TONI, viene deviata da DANI nuovamente in angolo.
Passano 2' e il loro difensore centrale colpisce di testa nel cuore dell'area triantina un pallone proveniente direttamente da fallo laterale: traversa piena.
Ma nel momento della massima spinta dei padroni di casa ecco, beffardo, lo 0-2 ascottino: il portiere locale ne combina un’altra, uscendo male coi piedi dalla propria area, il pallone rimbalza sulla trequarti, ci si avventa FRA, che di esterno destro centra la porta sguarnita con un tiro facile solo a parole.
2-0 ASCOT!!!
Pubblico ammutolito, Ascot padrone del campo.
Peccato che al 17' PASQUALE sbagli completamente la rimessa laterale, regalando palla al loro attaccante, che punta TONI e calcia di potenza: palla sul secondo palo ed in rete.
2-1 ASCOT.... che regalo....
Neanche il tempo di riprendersi dallo choc che la serata regala una nuova emozione: altra papera del portiere locale, che regala un calcio d'angolo ai triantini, prima di scoppiare a piangere e richiedere il cambio.
Subentra un non portiere.... sembra l'inizio della fine per l'Osa, ma non sarà così.
Nel frattempo l'arbitro fischia l'intervallo e sospende le ostilità.

Nel secondo tempo l'Ascot alza ulteriormente il baricentro e schiaccia gli avversari nella propria area, senza mai però riuscire a chiudere la partita, per via di una scarsa lucidità sotto porta: più volte viene infatti centrato in pieno il "portiere" subentrato, che si esalta e da così nuova linfa alle speranze dell'Osa di poter ribaltare il risultato.
Il gioco dell'Osa è qualitativamente migliore, più veloce, più orizzontale.
L'Ascot dal canto suo verticalizza quasi subito, nella speranza di tenere il pallone lontano dalla propria area.
TOMMY, LELE e ROBY guadagnano punizioni in serie dal limite dell'area proteggendo palla e chiamando fallo al primo contatto, attirandosi le ire dei tanti tifosi dell'Osa: ma queste punizioni non vengono mai sfruttate decentemente, perché in allenamento non si prova mai una soluzione alternativa al tiro dritto per dritto. Peccato davvero.
Il risultato si sblocca così all' 8', in seguito ad una mischia furibonda in area, in cui LELE è il più lesto di tutti a girare in rete un pallone vagante al limite dell'area.
3-1 ASCOT!!!
L'Osa prova il tutto per tutto e si getta in avanti: al 12' impegna severamente DANI con un rasoterra preciso e al 14' passa con una legnata spaventosa "al 7", che il nostro portiere può solo toccare.
3-2 ASCOT... tutto riaperto...
Mister Gruppo inserisce FABRY per un esausto FRA, ma la pressione dell'Osa non accenna a scemare.
Al 18' nuova rimessa laterale, nuova capocciata del difensore centrale, DANI devia, ed è nuovamente traversa per l'Osa...
Ultimo cambio per Mister Gruppo: dentro ANDREA per ROBI.
Al 20' clamorosa palla gol per l'Ascot.... l'Osa è tutta proiettata in avanti... un rilancio della difesa ascottina libera FABRY sull'out di destra, nella metacampo avversaria, lui e ANDREA (che lo segue centralmente un metro dietro) sono soli davanti al portiere... sembra fatta, ma FABRY si allunga troppo il pallone e l'occasione sfuma... pazzesco...
Nel secondo dei tre minuti di recupero l'ultima occasione per i padroni di casa: il mediano (autore del 3-2) è libero di girare in porta da dentro l'area, il tiro è preciso ma non forte poiché strozzato, DANI decide di fare un po' di show e ci và con una mano sola esibendosi in una parata buona solo per i fotografi (che non risultano presenti) ma sventa comunque la minaccia.
L'arbitro decreta la fine: e tra le veementi proteste dei supporters dell'Osa per i troppi "tuffi" degli avanti triantini possiamo tornare a casa coi 3 punti.
Ma senza il mister, abbandonato per una buona mezz'ora davanti al cancello del campo, per via di un misunderstanding.

PAGELLE:

TONI
Guida la difesa con maestria.
Praticamente tutte le azioni ascottine partono dai suoi piedi.
Determinante di testa a sbrogliare svariate situazioni delicate nella propria area.
VOTO: 8 LEADER

FRA
Il suo gol è un gioiello di rara bellezza.
Anche solo pensarlo è da menti straordinarie, realizzarlo poi...
Solito pendolino sulla corsia di destra.
Sa di poter fare la "staffetta" con FABRY e allora non si risparmia, confidando nel cambio non appena in riserva.
VOTO: 7,5 GOL-CAPOLAVORO

LELE
Giocatore fondamentale.
Più disciplinato tatticamente del solito in difesa recupera miriadi di palloni.
Ne perde pochissimi e trova la giravolta che mette quasi in ghiaccio la partita.
Sta trovando una continuità di rendimento davvero notevole e continua a segnare....
VOTO 7,5 NECESSARIO COME L'ARIA

ROBY
Tiene alta la squadra, impegna da solo tutta la difesa avversaria, trova la rete sfruttando lo spin del pallone sul sintetico bagnato, si guadagna con mestiere svariate punizioni che fanno respirare la difesa e spezzano il ritmo all'Osa.
VOTO: 7,5 IMPRESCINDIBILE

DANI
Impossibile arrivare sulle due reti dell'Osa (anche se sul secondo era riuscita a deviarla...), poi è bravo in chiusura su 3 conclusioni ravvicinate, specie in occasione della seconda traversa colpita dai sestesi.
Prende fiducia e alla fine fa interventi troppo scenografici.
VOTO 7+ POLAROID

TOMMY
E' uno dei più "grossi" in campo ma reali minacce aeree non ne produce sui bei rilanci di TONI.
Pure su punizione ha le "polveri bagnate".
Aveva voglia di fare, la sua bramosia era palpabile, ma in spazi così stretti non è riuscito ad esprimersi al meglio.
VOTO 6,5 PER ESSERSI RESO UTILE IN FASE DI CONTENIMENTO

PASQUALE
Bene in fase difensiva, meno propositivo del solito davanti.
Grave l’errore su rimessa laterale con cui mette l’attaccante avversario in condizione di calciare in porta per il 2-1.
Errore che ripete pure nella seconda frazione di gioco: forse occorrerebbe lavorare sulle “uscite” da rimesse laterali in settimana.
VOTO: 6+ QUALCHE LEGGEREZZA DI TROPPO

FABRY
Entra e difensivamente è inappuntabile.
Però quel contropiede "2 contro 0" dissipato in quella maniera, senza alzare la testa e vedere il compagno libero al centro, in un momento così importante, con lui e Andrea freschissimi.... è francamente inaccettabile....
VOTO: 6+ PER LA GRINTA CHE NON FA MAI MANCARE

MISTER GRUPPO
Giusta la formazione iniziale.
Corretto pure l'avvicendamento FABRY-FRA.
Sbagliato invece sostituire ROBY, che da solo teneva impegnati 1-2 difensori: togliendolo ci ritroviamo due avversari in più nella nostra area.
VOTO: 6+ SI PRENDE UN RISCHIO INUTILE

ANDREA
Entra negli ultimi 5 minuti col compito di pressare e rincorrere chiunque nella meta campo avversaria.
Lo fa per 30 secondi, poi staziona a centrocampo, senza essere marcato.
Quando si ritrova di fianco a FABRY, nell'azione in cui si ritrovano da soli davanti al portiere, non gliela chiama (o non gliela chiama abbastanza forte) e l'azione clamorosamente sfuma.
VOTO: 5,5 ANARCHICO

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi