Open 1: vittoria al cardiopalma!

Open 1: vittoria al cardiopalma!

Santa Maria vs Ascot: 3 a 5

DOPO UN PESSIMO PRIMO TEMPO (CHIUSO IN SVANTAGGIO PER 4-1) L’ASCOT CALA UN POKER EPOCALE NELLA RIPRESA E TORNA DALLA TRASFERTA DI COLOGNO CON 3 PUNTI FONDAMENTALI PER CONTINUARE A SOGNARE.

Campo brutto, pesante per la pioggia caduta abbondante, tra i palazzi meno borghesi di Cologno Monzese, avversari nati tutti tra il 1994 e il 1996 (mentre l’età media degli ascottini recita 36 anni abbondanti…), che stazionano al secondo posto in classifica con 3 punti in più (ed 1 partita in meno…) dei nostri eroi.
Mister GRUPPO sorprende tutti, scegliendo di relegare in panchina il miglior marcatore del girone D (ROBY POZZI) e l’esperto SIMO.
Spazio dunque a: DANI in porta, TONI ultimo, FRA e PASQUALE laterali, LELE e TOMMY centrali, ANDREA punta.
A disposizione di Mister GRUPPO: SIMONE, FABRY e ROBY.
Nei primissimi minuti ANDREA prova a meritarsi i gradi di titolare, prima calciando in girata verso la porta avversaria (non centrando però lo specchio) poi scaricando sul tiro dell’accorrente FRA.
Dopo queste prime fiammate di marca triantina però il pallino passa gradualmente nelle mani dei padroni di casa.
E al 5’ il S.Maria si guadagna una (assai) dubbia punizione dal limite, dopo un discutibile fallo di TONI.
Tiro forte, DANI respinge, ma sulla ribattuta il più lesto è il puntero colognese: 1-0 S.Maria!
Passano 3’ e i padroni di casa raddoppiano: azione sull’out di destra, rapida triangolazione tra attaccante ed ala destra, tiro al volo e pallone imprendibile sul secondo palo: 2-0 S.Maria!
Al 10’ TOMMY la rimette in piedi: azione di pressing sull’ultimo difensore avversario, che capitombola sul proprio portiere, l’arbitro (misteriosamente) non ravvisa azione fallosa e per TOMMY è un gioco da ragazzi timbrare il cartellino. 2-1 S.MARIA!
Ma al 13’ il S.Maria mette nuovamente la freccia: calcio d’angolo per i colognesi, sul secondo palo arriva l’ala sinistra che di mano (!!!) deposita il pallone in rete. Anche stavolta lo scadentissimo arbitraggio non rileva alcunché. Palla al centro e nervosismo che lievita. 3-1 S.Maria!
L’Ascot è incapace di tenere un pallone nella metacampo avversaria, il gioco prodotto dai monzesi è assolutamente prevedibile: ci si affida ai tiri da fuori di PASQUALE e ad un paio di traversoni di LELE, ma la porta avversaria non corre alcun pericolo.
E in contropiede continuiamo a subire.
Al 17’ cross dalla sinistra e tiro al volo del centrocampista del S.Maria: DANI la devia sul palo, ma il rimbalzo sul montante ci è avverso e la sfera termina la sua corsa in fondo al sacco. 4-1 S.Maria!
Nell’unico minuto di recupero la loro ala destra si presenta tutto solo davanti a DANI, che però riesce a respingere.
Nell’intervallo mister GRUPPO prova a ricaricare i suoi e soprattutto inserisce ROBY al posto di ANDREA, che dopo i primi 5’ minuti positivi era completamente sparito dai radar.
E basta l’ingresso di ROBY per scuotere gli ascottini.
Al 3’ proprio ROBY va a pressare l’ultimo difensore avversario, il cui tentativo di rilancio è contrastato dal bomber monzese: il rimpallo sorprende il portiere locale e l’ASCOT accorcia. 4-2 S.Maria!
Il gol rianima definitivamente gli ardori dei “grigi” che si riversano ora in attacco con tutto il proprio centrocampo, grazie al prezioso lavoro di ROBI che tenendo palla, fa salire la squadra e da modo a LELE di liberarsi al tiro per il terzo gol degli ospiti: 4-3 S.Maria!
Il mister del S.Maria inserisce forze fresche per congelare il risultato.
L’Ascot spinge in massa, palesando una tenuta atletica migliore degli avversari, ma accetta di correre rischi sulle ripartenze dei padroni di casa.
E questa spinta propulsiva viene premiata al 14’ quando TOMMY pareggia le sorti del match.
S.Maria-ASCOT 4-4!!!! Incredibile!!!
Ma non è finita, l’Ascot vuole il bottino pieno e continua ad attaccare a pieno organico: a difesa della porta restano solo TONI e DANI.
Al 15’ PASQUALE in piena area di rigore anticipa il proprio marcatore, ma il suo tiro di controbalzo si spegne sul fondo.
Al 18’ FABRY scarica sulla sua corsia per LELE, che si accentra e…. sorpassiamo il S.Maria!!! 4-5 ASCOT!!!!
TOMMY prova a chiuderla 2’ dopo, ma il suo tiro è deviato sulla traversa dal portiere locale.
Siamo al 20’…. si aspetta solo il fischio finale dell’arbitro…. ma avviene l’imponderabile: il direttore di gara, interrogato dalle panchine sulla consistenza del recupero, si accorge di avere il cronometro bloccato al 15’…. per lui ci sono ancora 5’ minuti di tempo regolamentare da disputare….
Scioccati dalla ciliegina su una torta di totale incompetenza arbitrale ci apprestiamo quindi a disputare 5 minuti più due di recupero, tra i più logoranti della nostra vita calcistica, su un campo reso quasi impraticabile dalla pioggia dei giorni precedenti e da un fondo tutt’altro che regolare.
E dopo 7’ passati tutti nella nostra metacampo, a proteggere un’impresa che (comunque andrà a finire questo campionato) resterà epocale, ecco il tanto agognato triplice fischio.
S.Maria-ASCOT 4-5!!!
Il sogno continua….

PAGELLE:

LELE
Il peggiore 7 giorni prima in casa contro la Virtus, il migliore quest’oggi.
Il campo pesante lo agevola: sulle pozzanghere di Cologno sembra un fenicottero rosa tra gli impenetrabili canneti della Foce del Po.
Nel primo tempo ANDREA non gli da il tempo di salire, nel secondo invece, con ROBY più abile nel tenere palla, ha modo di guadagnare metri preziosi di campo che lo portano a ridosso o dentro l’area di rigore avversaria, da cui realizza due reti fondamentali.
VOTO: 8 FENICOTTERO

ROBY
Entra e cambia il match.
Pressa chiunque, tiene palla, segna e fa segnare.
In 20’ contribuisce in maniera determinante a ribaltare una situazione che appariva oramai compromessa.
VOTO: 7,5 FA SALTARE IL BANCO
FABRY

Entra al 10’ del secondo tempo sull’esterno sinistro, di gran lunga il più vivace tra i locali nella ripresa.
E’ in buona forma e ha l’animus pugnandi: non appena può si sgancia per accompagnare l’azione offensiva.
Per fortuna dalla sua parte c’è SIMO a fare il guardalinee e a tenerlo “a guinzaglio corto”, visto che i triantini nella riprsa sono già fin troppo sbilanciati in avanti.
Ma è proprio da un suo assist che nasce il secondo gol di LELE, che sancisce il definitivo 4-5.
VOTO: 7+ ARGENTO VIVO

TOMMY
Nel primo tempo è l’unico a crederci.
Cerca di accorciare la squadra , che vede in ANDREA l’apice un po’ troppo avanzato.
Per far questo però ci ritroviamo senza filtro in mezzo al campo per tutta la prima frazione di gioco.
Ed il 4-1 all’intervallo è una diretta conseguenza di questo assetto tattico totalmente sballato.
Nella ripresa viene ricomposto il consueto tridente con lui, ROBY e LELE: non appena i ritmi del S.Maria calano e gli spazi si aprono il trio affetta a ripetizione la retroguardia colognese.
VOTO: 7 COLLANTE

PASQUALE
Per l’ennesima volta recita un copione pressoché perfetto in copertura, mentre in fase di spinta è discontinuo.
Meglio nel primo tempo: con FRA sull’altra fascia capisce quando è il momento in cui può affondare.
Mentre quando il collega diventa FABRY spesso sbaglia i tempi dell’inserimento e ci ritroviamo con entrambi i laterali nella metacampo avversaria.
Un errore da correggere in settimana.
Sfiora il gol per la troppa foga, ma in difesa è insuperabile nell’assedio finale portato dal S. Maria.
VOTO: 7 GLADIATORE

FRA
Vince praticamente tutti i duelli a metacampo.
Si ritrova spesso in inferiorità numerica nel primo tempo, poichè TOMMY avanza a supportare un attacco altrimenti insipido e il buon FRA si ritrova spesso in mezzo a due avversari.
Finisce con la lingua a terra ma l’ennesima medaglia al valore sul petto.
VOTO: 7 ONNIPRESENTE

TONI
Parte in sordina, penalizzato oltremodo da un arbitraggio davvero scandaloso, poi ingrana le marce alte nel corso del match e a fine gara guida la resistenza dei compagni in maniera lucida tra le secche di Cologno dal ponte di comando della sua personalissima Nautilus.
Perde zero palloni e gestisce al meglio le ripartenze.
Forse però se venisse provato in allenamento 10 metri più avanti potrebbe rendersi ancora più utile alla causa ascottina.
VOTO: 7 CAPITANO NEMO

MISTER GRUPPO
A inizio gara decide di tenere in panchina i gol di ROBY e l’esperienza di SIMO nei match-clou.
Forse un assetto iniziale con SIMO ultimo, TONI&LELE in mezzo e TOMMY punta sarebbe stato più equilibrato, volendo dare un po’ di riposo a ROBI.
In ogni caso era giusto dare una chance ad ANDREA, che almeno nei primi 5’ ha ripagato.
Reinserisce ROBY appena in tempo per dar vita alla remuntada.
VOTO: 6,5 AMA IL RISCHIO

DANI
Può fare meglio sulla respinta della punizione, che dà vita al tap-in dell’1-0.
Incolpevole sulle altre 3 segnature.
La bella parata che evita il 5-1 a fine primo tempo sembrava tardiva…. a conti fatti ha fatto anch’essa la differenza.
VOTO: 6,5 NON AL TOP

ANDREA
Piace per l’impegno: si vede che desidera ardentemente siglare la sua seconda rete stagionale, ma al tempo stesso lavora più del solito per i compagni del centrocampo.
Nei primi 5’ minuti prova a muoversi per tutto il fronte d’attacco, prova una girata (bella ma fuori di parecchio) ed un assist per FRA.
Poi scompare fino all’intervallo, restando spesso troppo alto (e statico) e costringendo TOMMY ad andare fuori posizione per non creare una frattura tra centrocampo ed attacco.
VOTO: 6- IN CRESCITA MA IL DIGIUNO CONTINUA