“Ascot Open femminile: sulle montagne russe”

“Ascot Open femminile: sulle montagne russe”

“Robur vs Ascot: 1 a 3”

Martedì sera… pioviggina e c’è un po’ di foschia, cosa c’è di meglio di una bella partita delle nostre open femminili per tirarsi su di morale? Tra l’altro gli allenamenti stanno andando piuttosto bene, quindi pensi che sarà una bella partita quella contro le Robur…
Al tuo arrivo vedi un bel 18-4 sul segnapunti e ti dici “ammazza che vicecoach che sono diventato, basta un allenamento con me ad aiutare Giangio a settimana e tutte fenomene!!!” Poi focalizzi bene e vedi Antonio con le mani nei capelli, Giangio in stato catatonico, 6 belle statuine in campo manco stessimo facendo un mannequin challenge. Che tra l’altro viene da urlo per l’impegno a non muoversi che mostrano le nostre eroine in campo.

<img src="http://cdn.ascottriante.com/wp-content/uploads/2016/11/21134007/Open-femminile-ROBUR-1024x768 best site.jpg" alt="Selfie di fine partita!!!" width="610" height="458" class="size-large wp-image-4068" srcset="https://cdn.ascottriante.com/wp-content/uploads/2016/11/24165533/Open-femminile-ROBUR-1024x768.jpg 1024w, https://cdn.ascottriante.com/wp-content/uploads/2016/11/24165533/Open-femminile-ROBUR-300x225.jpg 300w, https://cdn.ascottriante.com/wp-content/uploads/2016/11/24165533/Open-femminile-ROBUR-768x576.jpg 768w, https://cdn.ascottriante.com/wp-content/uploads/2016/11/24165533/Open-femminile-ROBUR.jpg 1280w" sizes="(max-width: 610px) 100vw, 610px" />

Selfie di fine partita!!!

Arrivato in panca mi accorgo che gli occhiali non vanno cambiati, siamo effettivamente 18-4… per le avversarie però, sigh! Contrariamente a quello che si pensa, non sempre arrivati sul fondo si inizia a scavare… e le ascottine lo dimostrano iniziando finalmente a giocare a pallavolo. Oddio, non una pallavolo scintillante ma almeno uno sport molto somigliante al volley. E la ripresa nella parte finale del set aiuterà come vedremo nei parziali successivi, ma non fatemi spoilerare troppo!

Nel secondo parziale le facce sfiduciate diventano prima incredule (ho davvero ricevuto? Ho murato? Schiacciato? Difeso? Alzato? Ecc ecc…) e poi via via più decise, tanto da prenderci un vantaggio di 4-5 punti che tra una svista e l’altra del buon arbitro ci teniamo fino alla fine: 25 a 21 noi e palla al centro (si dirà così anche nel volley? Boh, ne dubito!)

Terzo set al cardiopalma: rientra la squadra di belle addormentate risvegliate nel secondo set che giocandola sui nervi si riconquistano un discreto margine di vantaggio. Ma che mondo sarebbe senza “braccino”? E allora dal 24 a 21 si va agli immancabili vantaggi, che ci vedono vincere 26 a 24, non dopo aver fatto perdere 20 grammi a testa ai due allenatori (grazie ragazze, ne avevamo bisogno, si vede già la differenza…)

Inizia il quarto, e viste le partite precedenti in molti si aspettano di finire al 5°, come da tradizione stagionale. E invece no, le ragazze giocano sciolte e tranquille mettendo in difficoltà il Robur e costringono le pur discrete avversarie a rifugiarsi in qualche colpo della disperazione che non paga. Si vola 18-9 e si comincia a mettere via le borracce, ripiegare le felpe, raccogliere gli appunti e fare la polvere sulla panchina… ma… mai dire mai con le ragazze dell’Open: in un attimo siamo 20 a 21 (avete capito bene: VENTIAVENTUNO!!! Grrrr). Per fortuna non si molla e si va a chiudere 25 a 21, dopo aver fatto prendere un mezzo colpo ad allenatori, dirigente e tifosi!
Ben fatto, 3 punticini che fanno classifica e morale, e la capacità di risalire dagli abissi profondi del maialvolley più hard fino ad un gioco “discreto” anche se migliorabile.

Pagelle:

Marta: Scaraventata in una puntata di “campi da volley da incubo”, non oso immaginare come si sia sentita durante l’orribile avvio di partita. Inizia ad ingranare sul finire del set, poi paga la scarsa luna della squadra e viene sostituita dalla Ceci. Non fa mancare il suo supporto dalla panchina, tifando fragorosamente per le compagne (e i miei timpani ne sanno qualcosa).
Iellata

Cecilia: nell’alternanza tra palleggi stavolta è lei ad avere in mano le carte vincenti. Brava e fortunata ad entrare in campo quando ricominciano a giocare la maggior parte delle ascottine serve puntualmente e con precisione le compagne… anche lei come Marta beneficerà sicuramente dell’imminente ritorno dei due allenamenti settimanali, utili ad affinare le intese con le sue attaccanti…
Decisiva

Alessia: capitano coraggioso, gelosa della partita che sta facendo Lisa decide di non essere da meno e dal secondo set in poi infila un numero impressionanti di attacchi, di cui almeno 3 da caschetto antinfortunistico per le avversarie! Si narra che abbia addirittura ricevuto una battuta avversaria alla sua sinistra, ma non abbiamo trovato conferme, indagheremo…
Dopata

Lisa: MVP del match senza se e senza ma: fa addirittura due muri nella stessa azione, presa sicuramente da raptus agonistico! E festeggia dopo entrambi i muri, fortuna per lei che il secondo sia vincente. Incisiva in battuta e buona anche in attacco dimostra che allenandosi bene e con continuità si può giocare davvero bene. Certo con queste prestazioni si guadagna un posto d’onore nella lista delle preferite del fan dell’Ascot con la F maiuscola, ovvero il buon Alessandro, sempre presente!
Lisa superstar

Tecla: La mancanza di alternative al centro le fa giocare tutto il match: poi come si possa passare dalla prestazione del primo set a quella dei sets successivi fa parte di quei misteri del mondo femminile che non verranno mai risolti… Cerca ancora con una certa insistenza di rubare il posto dell’alzatore, manco fossimo ad X-factor!
Sicurezza

Kikka: La prestazione così così del primo set (suo come di tutta la squadra) la innervosisce, tanto che non le puoi dire beh che subito ti salta in testa come da tradizione (ah, ste donne…) Però si riprende in fretta, tra un commento all’operato del collega arbitro e alle espressioni delle avversarie del Robur si fa fine partita in un baleno… Vorremmo però rivedere la Kikka di inizio stagione il prima possibile, grazie
In ripresa?

Valentina: Da buon libero influenza parecchio il gioco della sua squadra in difesa e ricezione: svagata ad inizio match fatica a carburare, ma dalla metà del secondo torna la Tognols che tutti conosciamo ed il gioco di squadra migliora sensibilmente (diciamo da “inguardabile” a “bravine ste ragazze”). Crea panico nella palestra ed apprensione quando un attacco a mille all’ora del centrale avversario le fa scoppiare il silicone durante l’ultimo set! Non ti proccupare Vale, la media rimane alta… 
Diesel

Bea: Ma quanto mi mancavano i suoi borbottii? “Non ci riesco, non sono capace, la palla è troppo tonda, la rete è a quadretti…”. Che poi quando si mette a giocare non sbaglia nemmeno a provarci e si dimostra super affidabile. Però ci piace così, borbottante e vincente, guai a cambiarla!
Bollitore

Valeria: Nel giorno in cui Lisa e Alessia fanno di tutto per toglierle la corona di reginetta cosa si inventa Valeria? Una prestazione ‘cezzionale fatta di attacchi decisivi e continui, limitando i gatti in maniera davvero anomala… Però visto che Lisa e Alessia non mollano e giocano sempre meglio decide di apparecchiarsi a terra grattandosi mezza gamba (che poi, mica potevi assicurarle???). Dopodichè ci si rituffa sopra ancora e ancora, forse per eliminare gli ultimi peli superflui rimasti…
De coccio

Si avvicina la fine di questo periodo caratterizzato da molte partite infrasettimanali e pochi allenamenti; non il massimo per un gruppo che deve ancora trovare l’amalgama e risolvere qualche problemino di gioco & co, tipico di tutte le squadre femminili da Adamo ed Eva in poi… La classifica si fa interessante, ma il focus del prossimo mese sarà incentrato sul gruppo e sulla creazione di una Squadra con la S maiuscola, anche se parlando di squadra femminile potrebbe rivelarsi impresa assai ardua!
PS: grazie a Sonia per il sostegno che non ci fa mai mancare nemmeno in trasferta, ci vediamo alla prossima, sperando di iniziare a giocare dal primo set!!!

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi