Messaggio del Presidente e del Consiglio

Messaggio del Presidente e del Consiglio dell'Ascot ad allenatori, dirigenti e famiglie

 

Amici allenatori, amici dirigenti, care famiglie,

come vedete siamo riuniti, con tutto il Consiglio dell’Ascot perché vogliamo salutarvi e incontrarvi per farvi sentire la nostra vicinanza a tutti voi, ai vostri ragazzi, alle vostre ragazze e a tutte le vostre famiglie.

Ieri sera il Consiglio si è riunito, per la prima volta dall’inizio di questa crisi. L’ultimo incontro è stato il 22 febbraio scorso e la prima cosa che abbiamo fatto è stato condividere fra di noi lo stato di salute nostro e delle nostre famiglie e come stiamo vivendo questo periodo di distacco sociale. In tutti i nostri interventi il pensiero è andato a tutti voi.

Sono passate ormai quasi sei settimane dalle ultime partite giocate e gli ultimi allenamenti fatti e la sensazione che sentiamo più forte è la mancanza di tutti quei momenti belli passati insieme, delle vittorie e delle sconfitte, degli allenamenti ben riusciti e di quelli che non sono proprio stati un granché. Ci mancano anche quei momenti in cui non siamo andati tanto d’accordo, perché questo periodo di “distacco sociale” ci sta facendo riconoscere le cose sane, belle e genuine che la vita della nostra associazione racchiude in sé.

Al momento le informazioni di quando potremo tornare ad uscire dalle case sono ancora molto poco rassicuranti. Il decreto di ieri sera ci indica che fino al 15 aprile rimarremo a casa, ma già stamattina il Responsabile della Protezione Civile annunciava che andremo ben oltre il primo maggio, parlando di un progressivo abbassamento delle restrizioni, probabilmente, non prima del 16 di maggio. Quello che è certo è che avremo ancora diverse settimane di questa distanza che ci separa tutti, ed è per questo che abbiamo voluto registrare questo messaggio per tutti voi, per dimostrare che se questa emergenza ci obbliga ad una distanza fisica, possiamo crearne una virtuale che ci avvicina di nuovo tutti, perché ci piace quello che facciamo e perché vogliamo testimoniarvi che ci mancate tutti i giorni, sempre di più.

Abbiamo provato a noi stessi e lo vogliamo testimoniare a voi, che la volontà di stare insieme e di portare avanti assieme questa meraviglia che è l’Ascot Triante non può essere fermata da nessuna emergenza e nessuna ordinanza, noi vogliamo dirvi che abbiamo voglia di ricominciare, di continuare a fare quello che facevamo prima, magari anche meglio di prima, sfruttando questo periodo per pensare al futuro, a quando potremo di nuovo riabbracciarci tutti non solo virtualmente, ma fisicamente.

Darvi delle risposte su quando ripartiremo e cosa faremo è impossibile, ma siamo al lavoro per tutti voi per far sì, che quando sarà il momento, saremo lì ad aspettarvi. Per fare questo ci siamo dati un compito, inizieremo a ritrovarci on-line settimanalmente con l’obiettivo di seguire passo a passo l’evolversi della situazione e adeguare di conseguenza le nostre proposte per quando sarà il momento, per quest’estate e per la prossima stagione. E fra un appuntamento e l’altro inizieremo a lavorare con tutti voi per prepararci a quel momento, per darci speranza e per darci almeno una certezza, l’Ascot e le persone che ne fanno parte, che la animano, saranno tutte lì ad aspettarvi.

Ci vogliamo preparare anche al fatto che il rientro ci porterà ad una normalità differente da quella che avevamo prima dell’inizio di questa crisi, e per farlo, ancora una volta, lo faremo insieme a tutti voi, vi chiediamo quindi di seguirci e di aiutarci, rispondendo alle domande che vi faremo e dandoci i consigli che pensiate possano esserci utili, condividendo le vostre certezze e le vostre preoccupazioni, con quello stile che anima la nostra associazione e alimenta il desiderio di coltivare relazioni attraverso lo sport.

La nostra speranza è quella di realizzare, almeno in parte, l’attività estiva del torneo e del camp estivo, e se il primo farà fatica a concretizzarsi, o, se ci sarà, assumerà formule diverse da quelle che avevamo pensato, il secondo ci da più speranza di concretizzarsi, per essere anche di aiuto a tutte quelle famiglie che hanno già rivisto o dovranno rivedere la propria abitudine estiva, trovando, nel restare a casa, un sostegno per aiutarvi con i vostri figli e le vostre figlie.

E se proprio non riusciremo a far nulla per il torneo estivo, troveremo comunque il modo di animare le serate estive e poterci ritrovare e condividere le fatiche di questa straordinaria esperienza.

Prima di lasciare agli altri consiglieri lo spazio per mandarvi un saluto, voglio condividere una delibera importante fatta dal Consiglio dell’Ascot, ieri sera. Purtroppo lo scorso 22 marzo ci ha lasciati Don Franco, che seppur per un tempo molto lungo, ha ricoperto per 5 anni il ruolo di parroco della nostra Comunità Pastorale, ed in questo ruolo si è dimostrato un attento sostenitore dell’attività sportiva in Oratorio, riconoscendo nell’Ascot i valori a cui fa riferimento anche la Chiesa Cattolica. E’ grazie a lui che negli ultimi 5 anni abbiamo potuto sistemare il fondo ella palestra, sostituire l’illuminazione con i led e soprattutto arrivare alla realizzazione del nuovo campo da calcio nell’Oratorio di Triante. Per me e per molti è ancora vivo il ricordo del nostro parroco in divisa non proprio ecclesiale, pronto a scendere in campo in occasione dell’inaugurazione a settembre.

Lascio quindi la parola ai consiglieri con l’impegno di iniziare a ritrovarci con allenatori e dirigenti e con loro cercare di arrivare anche a tutti voi e a tutti i vostri ragazzi e ragazze con idee, proposte e iniziative per tornare a sentirci più vicini, coltivando la speranza di quello che verrà…

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate. Scopri di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi